Skip to content
(+39) 0574 6561 |  segreteria@prato.confartigianato.it  |  | Consulta la Webmail |

BONUS EXPORT DIGITALE PLUS: APERTURA DELLE DOMANDE FINO AL 12 APRILE

BONUS EXPORT DIGITALE PLUS

Fino al 12 aprile 2024 è aperto lo sportello relativo al  “Bonus Export digitale plus”, l’incentivo che sostiene le micro e piccole imprese manifatturiere, nelle attività di internazionalizzazione, attraverso l’acquisizione di soluzioni digitali per l’export. L’incentivo è gestito da Invitalia e promosso dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale con l’Agenzia ICE con Bando dell’8 gennaio 2024.

DESTINATARI DEL BANDO

Possono richiedere il contributo le micro e piccole imprese manifatturiere con codice ATECO C con sede in Italia, anche costituite in forma di reti o consorzi.

SPESE AMMISSIBILI

l Bonus Export Digitale Plus finanzia le spese sostenute per l’acquisto di soluzioni digitali per l’export, fornite da imprese iscritte nell’elenco delle società abilitate, nello specifico relative a:

  • realizzazione di sistemi di e-commerce verso l’estero, siti web, app mobile, ivi compresi eventuali investimenti atti a garantire la sincronizzazione con marketplace internazionali forniti da soggetti terzi;
  • realizzazione di sistemi di e-commerce che prevedano l’automatizzazione delle operazioni di trasferimento, aggiornamento e gestione degli articoli da e verso il web nonché il raccordo tra le funzionalità operative del canale digitale di vendita prescelto e di propri sistemi di CRM;
  • realizzazione di servizi accessori all’e-commerce (es: smart payment, traduzioni, shooting fotografici, video making, web design, content strategy);
  • realizzazione di una strategia di comunicazione, informazione e promozione per il canale dell’export digitale;
  • digital marketing finalizzato a sviluppare attività di internazionalizzazione: campagne di promozione digitale, Seo, Sem, campagne di content marketing, inbound marketing, di couponing e costi per il rafforzamento della presenza sui canali social, spese di lead generation e lead nurturing;
  • servizi di CMS (Content Management System): restyling di siti web siano grafici e/o di contenuti volti all’aumento della presenza sui mercati esteri;
  • iscrizione e/o l’abbonamento a piattaforme SaaS (Software as a Service) per la gestione della visibilità e spese di content marketing;
  • servizi di consulenza per lo sviluppo di processi organizzativi e di capitale umano finalizzati all’aumentare la presenza sui mercati esteri;
  • upgrade delle dotazioni di hardware necessarie allo sviluppo di processi organizzativi.

AGEVOLAZIONE

Il contributo previsto dal Bonus è concesso in regime “de minimis” per i seguenti importi:
10.000 euro alle micro e piccole imprese a fronte di una spesa minima pari a 12.500 euro;
22.500 euro alle reti e consorzi a fronte di una spesa minima pari a 25.000 euro.

Il contributo è erogato in unica soluzione a seguito di rendicontazione delle spese sostenute presso società fornitrici iscritte all’elenco dei fornitori di soluzioni digitali per l’export istituito ai sensi dell’Autorizzazione del Direttore Generale n. 20/21. Sono ammissibili titoli di spesa in formato elettronico, in data successiva alla presentazione della domanda, da fornitori inseriti nell’apposito elenco. Non è erogabile alcun contributo a fronte di spese ammesse di importo inferiore a 12.500 euro per le mPI e a 25.000 euro per le reti o i consorzi.

MODALITA’ E TERMINI DI PRESENTAZIONE

La domanda può essere presentata entro le ore 10:00 del 12.04.2024.
Per richiedere le agevolazioni è necessario essere in possesso di: SPID o CNS, casella PEC attiva e firma digitale. A seguito della presentazione della domanda di accesso alle agevolazioni, all’impresa richiedente viene comunicato il Codice unico di progetto (CUP). Questo codice dovrà poi essere riportato su ciascun giustificativo di spesa e titolo di pagamento connessi al programma di investimento.

Confartigianato Imprese Prato, con il proprio Ufficio Credito, può supportare le aziende in tutte le fasi del Bando (dal progetto alla presentazione delle domande, dall’assistenza per l’individuazione delle società fornitrici alla rendicontazione finale).


Condividi!

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su