Skip to content
(+39) 0574 6561 |  segreteria@prato.confartigianato.it  |  | Consulta la Webmail |

Bonus in edilizia: gli emendamenti promossi da Confartigianato

La Confederazione ha promosso presso la Commissione Finanze del Senato la presentazione di emendamenti al D.L. n. 39 del 2024. Provvedimento con il quale il Governo è intervenuto eliminando legittime possibilità di cessione/sconto dei bonus in edilizia. In particolare, sono stati promossi i seguenti:

1.    mantenimento dell’opzione per sconto o cessione per gli interventi già iniziati attestati da dichiarazione di un tecnico abilitato;
2.    mantenimento dell’opzione per sconto o cessione per gli ulteriori eventi calamitosi post 2009 diversi da quelli per i quali è già prevista una salvaguardia;
3.    barriere architettoniche e opzione per sconto e cessione: mantenimento della facoltà di sconto/cessione per le spese sostenute successivamente al 30 marzo 2024 in presenza di accordo vincolante e versamento di un acconto;
4.    remissione in bonis per sconto e cessione: mantenimento della facoltà per il 2023 entro un termine ravvicinato;
5.    sostituzione delle comunicazioni di opzione trasmesse tra il 1° e il 4 aprile 2024;
6.    comunicazione per il monitoraggio del superbonus: riduzione della sanzione ed eliminazione della decadenza;
7.    misure per il monitoraggio di transizione 4.0: decorrenza degli effetti dalla data di apertura della trasmissione telematica del nuovo modello di comunicazione

Gli emendamenti sono finalizzati a garantire il rispetto del principio del ‘legittimo affidamento’.

Condividi!

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su