Skip to content
(+39) 0574 6561 |  segreteria@prato.confartigianato.it  |  | Consulta la Webmail |

Contributo Ebret per chi ha fatto innovazione nel 2023

Contributo rivolto alle Aziende Artigiane con dipendenti
La prestazione viene erogata in favore delle aziende che nel corso del 2023 hanno realizzato investimenti finalizzati a:

a) Innovazione tecnologica
 Sono ammissibili l’acquisto di macchinari, strumenti e brevetti; gli interventi di impiantistica sono ammessi solo se strettamente collegati agli acquisti oggetto della domanda di intervento e se strettamente finalizzati alle esigenze innovative (per cui ad esempio è escluso il mero rifacimento dell’impianto elettrico); gli interventi di domotica sono ammessi solo se strettamente finalizzati alle esigenze innovative del prodotto o del ciclo produttivo; non è compreso l’acquisto di autovetture, furgoni, autocarri o simili (con la sola esclusione delle aziende del settore autotrasporto), mentre è compreso il relativo allestimento tecnologico.

b) Digitalizzazione ed informatizzazione dei processi produttivi delle imprese e commercio elettronico
Sono ammissibili l’acquisto di beni informatici hardware (con l’esclusione di telefoni cellulari, smartphone, tv e simili) e software e le consulenze, se finalizzati all’informatizzazione dei processi produttivi ovvero all’attivazione di soluzioni per il commercio elettronico.

c) Acquisto di consulenze e/o asseverazioni relative al piano nazionale “Industria 4.0”
 Consulenze ed asseverazioni devono essere finalizzate a:
– verificare se l’organizzazione produttiva aziendale è coerente con i principi di “Industria 4.0”
– impostare la produzione e/o l’organizzazione aziendale secondo i principi di “Industria 4.0”

Misura dell’integrazione
Contributo del 15% dei costi sostenuti fino ad un massimo di euro 3.000 (tremila).

La domanda deve essere presentata entro il 28 febbraio 2024.
Per la presentazione della domanda potete rivolgervi all’Ufficio Credito di Confartigianato Imprese Prato ai recapiti elencati sotto.


Condividi!

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su